Piste ciclabili: disponibili 141 milioni di euro, ma a molti Comuni non interessa

22/09/2021 - Sono stati pubblicati in Gazzetta Ufficiale due decreti del Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili con le riso...

Ultimo aggiornamento:22/09/2021 11:47:50

22/09/2021 - Sono stati pubblicati in Gazzetta Ufficiale due decreti del Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili con le risorse per la progettazione e realizzazione di piste ciclabili e ciclostazioni. Risorse destinate al Comuni che, però, in molti casi non hanno colto l'opportunità dei finanziamenti per la mobilità dolce e non hanno presentato progetti.
 

Ciclovie e ciclostazioni, più tempo per richiedere i finanziamenti

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DM 9 agosto 2021, con cui il Ministero delle Infrastrutture ha riaperto i termini, fissati dal DM 12 agosto 2020, per richiedere i finanziamenti.

Il decreto del 2020 ha ripartito 137,2 milioni di euro, di cui 51,4 milioni di euro riferiti al 2020 e 85,8 milioni al 2021, tra le Città metropolitane e i Comuni per la progettazione e realizzazione di ciclovie urbane e ciclostazioni.

Gli enti beneficiari avrebbero dovuto chiedere l’assegnazione delle risorse entro 15 giorni dalla pubblicazione del decreto in Gazzetta.
 
Tuttavia, alcune richieste sono pervenute oltre questo termine. Si tratta delle domande inviate dalla Città metropolitana di Cagliari e dai Comuni di Cagliari, Palermo, Bolzano, Sassari, Vittoria, Caltanissetta, Benevento, Cuneo, Teramo, Rovigo, Biella, Gorizia,Vibo Valentia, Oristano e Isernia. Le Città metropolitane di Napoli e Palermo e i Comuni di Como, Aosta, Verbania e Enna non hanno presentato nessuna richiesta. Il DM del 9 agosto 2021 ha quindi riaperto i termini per l’invio delle domande, anche al fine di verificare l’effettivo interesse all’utilizzo dei finanziamenti che, in caso contrario, possono essere revocati e riassegnati.

 

Piste ciclabili tra stazioni e università, ripartiti 4 milioni

Il Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, con il DM 6 agosto 2021, pubblicato in Gazzetta, ha ripartito i 4 milioni di euro per la progettazione, realizzazione e potenziamento delle ciclostazioni e delle piste ciclabili che collegano le stazioni ferroviarie alle Università.

Le risorse sono state ripartite tra 6 dei 7 Comuni beneficiari: 595mila euro per il collegamento tra Roma La Sapienza e Roma Termini, 682.500 per il collegamento tra l’Università degli studi di Padova e la stazione di Padova Centrale, 524.997 per il collegamento tra l’Università di Pisa e la stazione Pisa Centrale, 489.996 per il collegamento dell’Università degli Studi di Bari con Bari Centrale, 525mila euro per il collegamento tra l’Università degli Studi di Palermo e Palermo Centrale e 315mila euro per il collegamento tra l’Università Milano-Bicocca e la stazione Milano Greco Pirelli.

Anche in questo caso, non tutti i Comuni hanno mostrato interesse per la misura. Al Comune di Napoli, ad esempio, erano stati assegnati 1,1 milioni di euro, ma non è stata presentata nessuna richiesta. Queste risorse, più 9mila euro non assegnati, saranno a disposizione per interventi simili e verranno ripartite con successivi provvedimenti. Al contrario, il Comune di Bari, inizialmente destintario di 157.mila euro, ha chiesto un incremento, ottenendo 489.996 euro.
 

Adblock test (Why?)

Continua a leggere su Edilportale