Maniglia, immancabile accessorio della porta

03/08/2020 - L’espressione “i dettagli fanno la differenza” è un dato di fatto e questo concetto vale anche quando si parla d...

Ultimo aggiornamento:03/08/2020 06:20:03

03/08/2020 - L’espressione “i dettagli fanno la differenza” è un dato di fatto e questo concetto vale anche quando si parla di porte da interno. La finitura, il colore e la lavorazione dell’anta sono scelte importanti, ma lo è altrettanto scegliere la giusta maniglia perché essa completa l’outfit della porta in termini di stile e funzionalità.

Si chiama maniglia quando il manico ha una forma allungata e la porta si apre spingendola verso il basso. Se al posto del manico c’è una tavella, si parla di maniglia a tavella, in tal caso l’apertura e la chiusura si fanno girando la tavella in una parte o l’altra. Sia la maniglia che la tavella possono essere semplici, cioè presenti su un solo lato, o doppie, su entrambi i lati. Nella versione doppia è anche possibile installare due maniglie di tipologie diverse, ognuno su un lato della stessa porta, allo scopo di rispettare lo stile di ciascuna delle stanze. Maniglia o tavella sono usate per le porte a battente.

Le maniglie da incasso sono quelle utilizzate per le porte scorrevoli e pieghevoli, mentre le maniglie di tiro, sono quelle usate per l’apertura e chiusura push and pull, come per le porte di ingresso, portoni ecc.
Il fissaggio della maniglia può essere realizzato con piastra o rosetta.

In commercio si trovano maniglie basiche che vengono fornite direttamente con le porte, ma la scelta può spaziare di molto, oggigiorno il mercato propone anche per le maniglie dei veri o propri oggetti di design dove ergonomia, cura del dettaglio, e alta valenza estetica si incontrano.

 Foto: ©METRA


Maniglie, come sceglierle?

Il leitmotiv dovrebbe essere una scelta coordinata; nel caso di porte e maniglie è meglio evitare i forti contrasti, perché, ripetendosi in tutte le stanze della casa devono creare un fil rouge che accompagna lo sguardo, che si armonizza con l’arredo della casa anziché un elemento dissonante.

Le maniglie possono essere di vari materiali, in metallo, in vetro, in plastica, in legno, in ceramica, in pelle, in materiale composito o pietra naturale.

Le maniglie in metallo possono a loro volta essere in ottone, acciaio inox, bronzo, alluminio, ecc. con finiture cromate, lucide o satinate.
Le maniglie in metallo con finitura cromo lucido per il loro colore grigio azzurrato e la brillantezza sono particolarmente adatti ad ambienti eleganti. Di solito hanno anche forme morbide e tondeggianti.

Al contrario la satinatura conferisce alla maniglia una piacevole tattilità. I riflessi che si creano con questa tipologia di finitura suggeriscono l’utilizzo in ambienti moderni, e generalmente sono abbinate a forme geometriche squadrate e decise.
Con porte che hanno la finitura dell’anta in legno scuro si abbinato colori caldi come l’oro, il bronzo o l’ottone brunito, mentre con i toni chiari del legno il colore freddo dell’acciaio, in versione matt o glossy, è il giusto abbinamento.

 Foto: ©NJ Interiors

Per le porte laccate bianche, se sono classiche, con modanature e cornici, la maniglia deve essere altrettanto classica e di colore caldo. Se invece la porta bianca è minimal, oltre alle maniglie color acciaio, si potrebbe optare per uno stile ultramoderno con maniglie sempre in metallo ma nere, oppure per i materiali plastici, sono particolari per la forma e creano uno stile easy ma molto cool allo stesso tempo. Le maniglie in materiale plastico si abbinano benissimo anche alle porte colorate.
 
Porte in stile inglese, con ante in vetro riquadrato nel legno, la scelta migliore è optare per il minimalismo, la porta è già di per sé decorata.
Mentre per ante completamente in vetro si può scegliere uno stile di maniglia in metallo ultramoderno, o anche maniglie che hanno l’impugnatura in vetro. In questo modo si creerà una certa continuità materica, tra anta e maniglia, e risalterebbero tutti gli elementi in metallo, come le cerniere, la piastra o la rosetta della maniglia stessa.

Le maniglie in vetro, così come quelle in pietra, sono anche adatte per ambienti dallo stile luxury baroccheggiante.
Per l’anta in legno massello, di stile rustico o shabby chic, l’abbinamento perfetto è con la maniglia in ceramica.

Ci sono poi le maniglie in legno, hanno un carattere molto materico, e sono spesso usate nelle case in cui si adotta la filosofia Feng Shui. Possono essere associate ad ante lisce o comunque minimal di color bianco, usando un colore di legno a contrasto da coordinare con il battiscopa o il coprifilo della porta stessa. Sono anche molto usate con le ante in vetro.
 

Let's block ads! (Why?)

Continua a leggere su Edilportale