Legambiente: solo 4 spiagge su 10 sono libere e balneabili

Stanno diventando un sogno proibito, irraggiungibile fare il bagno, prendere il sole senza dover per forza pagare. In Italia le spiagge libere sono in...

Ultimo aggiornamento:04/08/2020 18:20:17

Stanno diventando un sogno proibito, irraggiungibile fare il bagno, prendere il sole senza dover per forza pagare. In Italia le spiagge libere sono infatti sempre meno numerose. La maggior parte sono date in concessione, molti i litorali non balneabili perchè inquinati e tanti quelli a rischio erosione. Questa la fotografia delle coste italiane contenuta nel nuovo rapporto Spiagge di Legambiente,  fatto assieme a Goletta Verde, storica campagna dell'associazione ambientalista che monitora la qualità delle acque del mare.

Nel suo rapporto, Legambiente denuncia una scomparsa di spiagge libere, a fronte di un aumento delle concessioni balneari che oggi incidono per oltre il 50% e chiede una Legge di riordino. In particolare, sono 10 i comuni trovare un posto libero dove prendere il sole liberamente e gratuitamente è un'impresa quasi impossibile. Si tratta di Alassio (SV), Jesolo (VE), Forte dei Marmi (LU), Rimini, Lido di Ostia (Roma), San Benedetto del Tronto (AP), Alba Adriatica (TE), Pozzuoli (NA), Giardini Naxos (ME) e Mondello (Palermo). .


Le spiagge libere e balneabili in italia sono secondo i dati di Legambiente solo il 42% di quelle esistenti.  Metà delle spiagge sono infatti date in concessione agli stabilimenti balneari e un altro 8% degli arenili guarda su acque inquinate. 

Legambiente ha messo assieme i dati del Ministero delle Infrastrutture, di Regioni e Comuni. Dai dati 2020 del portale Acque del Ministero della Salute, il 7,8% dei tratti sabbiosi in Italia è sottratto alla balneazione. Di questa percentuale, circa 90 km sono interdetti alla balneazione per inquinamento: in special modo in Sicilia, Calabria e Campania, che da sole contano circa 73,5 km sui 90 complessivi. Poi ci sono altri 169,04 i chilometri di costa sabbiosa "abbandonati", ossia aree in cui ricade la foce di un fiume, di un torrente o di uno scarico e che non vengono campionate.

Let's block ads! (Why?)

Continua a leggere su Repubblica