Antincendio scuole, dal Miur bando da 98 milioni di euro per l'adeguamento

21/01/2020 – In arrivo 98 milioni di euro per l’adeguamento delle scuole alla normativa antincendio. Il Ministero dell’I...

Ultimo aggiornamento:21/01/2020 09:04:45

21/01/2020 – In arrivo 98 milioni di euro per l’adeguamento delle scuole alla normativa antincendio.
 
Il Ministero dell’Istruzione, infatti, ha pubblicato il bando che stanzia contributi per gli enti locali proprietari degli edifici scolastici, censiti nell’Anagrafe nazionale dell’edilizia scolastica, che necessitano di adeguamento antincendio.
 
Le risorse sono state suddivise secondo la tabella con il riparto regionale. La Regione che si aggiudica maggiori fondi è la Lombardia con più di 12 milioni di euro, seguita dalla Campania e dalla Sicilia con circa 9 milioni di euro ciascuna. Le regioni con meno risorse sono la Valle d’Aosta, il Molise e la Basilicata.
   

Adeguamento antincendio scuole: cosa prevede il bando

Possono presentare richiesta di finanziamento tutti gli enti locali che siano proprietari di uno o più edifici pubblici adibiti ad uso scolastico di ogni ordine e grado. Qualora l’ente locale intenda procedere alla richiesta di contributo per diversi edifici scolastici, dovrà presentare una distinta candidatura per ciascun edificio.
 
L’importo massimo del contributo per gli interventi su edifici scolastici del primo ciclo di istruzione (infanzia, primarie e secondarie di primo grado) è pari a 70 mila euro.  L’importo massimo del contributo per gli interventi su edifici scolastici del secondo ciclo di istruzione (licei, istituti tecnici e professionali) è pari a 100 mila euro.
 
Non sono ammesse a finanziamento richieste di contributo relative a edifici non censiti nell’Anagrafe nazionale dell’edilizia scolastica (SNAES).
 
Gli enti locali interessati dovranno far pervenire la propria candidatura, utilizzando esclusivamente la piattaforma online, entro e non oltre le ore 15.00 del giorno 27 febbraio 2020. Il portale per l’inserimento dei dati sarà accessibile dalle ore 10.00 del giorno 24 gennaio 2020 fino alle ore 15.00 del giorno 27 febbraio 2020.
   

Antincendio scuole: i criteri di priorità per l’adeguamento

La valutazione delle candidature ai fini dell’assegnazione dei contributi avviene sulla base di criteri di priorità come: vetustà degli edifici (punteggio massimo per quelli costruiti prima del 1970 e minimo per quelli costruiti dopo il 2001); numero di studenti presenti nell’edificio scolastico (max da 1.000 e oltre studenti, minimo se inferiore ai 150 studenti); livello previsto di adeguamento alla normativa antincendio che si intende conseguire con il contributo richiesto; eventuale quota di cofinanziamento.
 
Ai fini dell’assegnazione del contributo, sarà anche considerata la presenza della struttura scolastica nella programmazione regionale sull’adeguamento alla normativa antincendio.
 
Sarà redatta una graduatoria per ogni singola Regione. Nell’ambito di ogni Regione, il 30% delle risorse sono destinate alle Province e alle Città metropolitane, mentre la restante percentuale è a favore dei Comuni.
 

Let's block ads! (Why?)

Continua a leggere su Edilportale